sponsor

Quale sicurezza nel cyberspace?

Tutela delle informazioni e dei dati sensibili pubblici e privati

 (Spionaggio e controspionaggio nelle redazioni, nella sanità e nell’attività bancaria)

Corso di formazione e aggiornamento professionale

Ordine dei Giornalisti Lazio

 

Il 3 maggio, presso la sede RAI di Viale Mazzini 14 (Sala Arazzi A-B), si svolgerà il corso di formazione e aggiornamento professionale “Quale sicurezza nel cyberspace. Tutela delle informazioni e dei dati sensibili pubblici e privati”. Il corso, organizzato da GUS e EAPO & IC, con la collaborazione di STE SpA, la cui frequenza permetterà di ottenere crediti formativi per l’aggiornamento professionale, ha lo scopo di approfondire il panorama della cyber security fino a delineare i futuri scenari tramite l’intervento di relatori esperti della materia e giornalisti. Durante il corso sarà possibile partecipare a dimostrazioni pratiche svolte da personale specializzato di STE, azienda che si occupa di intelligence e sicurezza in ambito nazionale e internazionale tanto nel settore pubblico quanto in quello privato.La sicurezza del cyberspace è una delle esigenze più sentite sia da parte di utenti ed istituzioni pubbliche che di soggetti privati e per garantirla è necessaria una strategia che non si confronti solo con la componente tecnica e tecnologica, ma che sia in grado di cogliere aspetti sociali, legali ed economici senza limitarsi al presente e cercando di intuire cambiamenti e possibili scenari futuri. Le minacce al cyberspace hanno oggi forme diverse e coinvolgono diversi attori: professionisti della cyber intelligence, hacker singoli o associati, terroristi, criminali, ecc. Come hanno dimostrato i recenti fatti di cronaca, esiste una molteplicità di soggetti, meramente criminali o legati a realtà statuali, in grado di acquisire informazioni da utilizzare nei più disparati contesti, contro la privacy dei singoli cittadini o per attaccare infrastrutture di vitale importanza per un Paese. Il cyberspace è oggi considerato un vero e proprio campo di battaglia e come tale è governato anche dalle logiche dell’intelligence, dello spionaggio e del controspionaggio. Capire la complessità di questa nuova dimensione della sicurezza e comprenderne l’impatto reale sugli interessi dei cittadini è, pertanto, il primo passo per realizzare una politica efficace di cyber security.

Qual è l’interesse dei giornalisti per tematiche del genere?

Il corso di aggiornamento professionale per giornalisti organizzato dal GUS e dall’EAPO & IC, in collaborazione con STE, si propone di illustrare alcuni rischi che tutti i cittadini e le aziende possono inconsapevolmente correre svolgendo le proprie mansioni professionali o, più semplicemente, vivendo la propria vita in un mondo tecnologicamente evoluto che ci spinge a far sempre più ricorso ad apparecchi computerizzati connessi alle reti informatiche. Con l’ausilio di esperti nella materia verranno descritti, in modo semplice e comprensibile, aspetti tecnici assai complessi e sofisticati che chi si occupa di cronaca nera o giudiziaria, ma anche chi vuole approfondire le proprie conoscenze culturali in un ambito di cui si parla, si legge e si scrive sempre di più, deve assolutamente conoscere.  Verranno, inoltre, descritti e commentati alcuni episodi criminali, più o meno noti, e illustrati alcuni metodi di tutela e di contrasto che vengono applicati per proteggere i dati sensibili sia nel pubblico che nel privato.

STE SpA, nata nel 1987 da un’iniziativa di Virgilio Burali D’Arezzo, è un’impresa leader nell’Information Communication Technology specializzata nella fornitura e nel supporto di soluzioni ad hoc in cinque aree di business principali: ambiente, simulazione, servizi aeroportuali, cyber security, applicazioni smart e homeland security.

 

Per ulteriori informazioni:  infostampa@ste.it; www.ste.it

Seguici anche su Twitter: @_STE_SpA

 

Programma

Ore 09:00 Introduzione e saluti                Luigi Falleri – Vicepresidente OdG Lazio

 

Emanuele Burali D’Arezzo – Amministratore Delegato STE SpA

Ore 09:30 Deontologia del giornalismo 

Lugi Falleri

Ore 10:00 Cyber security, scenari evolutivi: dal cybercrime alla cyber warfare 

Prof. Antonio Teti – Docente Università degli Studi di Chieti/Pescara

Ore 10:30 Dark & deep WEB tra esigenze di tutela delle libertà individuali e sicurezza nazionale 

Ufficiale ROS Carabinieri

 

Ore 11:00 Protezione delle informazioni e delle fonti nelle redazioni 

Genseric Cantournet – Chief Security Officer RAI

Ore 11:45 La Cyber Security nelle strutture sanitarie. L’esperienza dell’Istituto Nazionale per le Malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” 

Dott.ssa Marta Branca – Direttore Generale

Ore 12:15 Simulazione di un cyber attacco 

Ethical Hacking Guardians Group

Ore 13:00 Libertà di Stampa e giornalismo investigativo 

Moderatore: Stefano Girotti. Interventi: Andrea Montanari – Direttore Responsabile GR RAI, Luigi Contu – Direttore Responsabile ANSA, Virman Cusenza – Direttore Responsabile Il Messaggero

  Conclusioni 

Enzo Iacopino

Ore 14:00 Fine Lavori e coffe/lunch