sponsor

Quale sicurezza nel cyberspace?

Tutela delle informazioni e dei dati sensibili pubblici e privati

(Spionaggio e controspionaggio nelle redazioni, nella sanità e nell’attività bancaria)

 

Il 3 maggio, presso la sede RAI di Viale Mazzini 14, si è svolto il corso di formazione e aggiornamento professionale “Quale sicurezza nel cyberspace. Tutela delle informazioni e dei dati sensibili pubblici e privati”. Il corso, organizzato da GUS e EAPO & IC, con la collaborazione di STE SpA, ha visto la partecipazione di 150 giornalisti dei più disparati organi di informazione ed ha avuto lo scopo di approfondire il panorama della cyber security fino a delineare i futuri scenari tramite l’intervento di relatori esperti della materia e giornalisti. Al corso sono intervenuti il Prof. Antonio Teti dell’Università di Chieti-Pescara, il Ten.Col. Andrea Raffaelli del ROS dei Carabinieri, Genseric Cantournet, Chief Security Officer RAI, Marta Branca, Direttore Generale dell’Istituto Nazionale per le Malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” e Luigi Canali dell’Ethical Hacking Guardians Group. La giornata è stata poi conclusa da una tavola rotonda, moderata da Stefano Girotti della RAI, su “Libertà di Stampa e giornalismo investigativo” ed alla quale hanno preso parte Andrea Montanari, Direttore Responsabile GR RAI, Luigi Contu, Direttore Responsabile ANSA, e Virman Cusenza, Direttore Responsabile Il Messaggero.
Nel corso della giornata sono state svolte dimostrazioni pratiche condotte da personale specializzato di STE SpA, azienda che si occupa di intelligence e sicurezza in ambito nazionale e internazionale tanto nel settore pubblico quanto in quello privato. La sicurezza del cyberspace è una delle esigenze più sentite sia da parte di utenti ed istituzioni pubbliche che di soggetti privati e per garantirla è necessaria una strategia che non si confronti solo con la componente tecnica e tecnologica, ma che sia in grado di cogliere aspetti sociali, legali ed economici senza limitarsi al presente e cercando di intuire cambiamenti e possibili scenari futuri. Le minacce al cyberspace hanno oggi forme diverse e coinvolgono diversi attori: professionisti della cyber intelligence, hacker singoli o associati, terroristi, criminali, ecc. Come hanno dimostrato i recenti fatti di cronaca, esiste una molteplicità di soggetti, meramente criminali o legati a realtà statuali, in grado di acquisire informazioni da utilizzare nei più disparati contesti, contro la privacy dei singoli cittadini o per attaccare infrastrutture di vitale importanza per un Paese. Il cyberspace è oggi considerato un vero e proprio campo di battaglia e come tale è governato anche dalle logiche dell’intelligence, dello spionaggio e del controspionaggio. Capire la complessità di questa nuova dimensione della sicurezza e comprenderne l’impatto reale sugli interessi dei cittadini è, pertanto, il primo passo per realizzare una politica efficace di cyber security.
Il corso si proponeva, pertanto, di illustrare alcuni rischi che tutti i cittadini e le aziende possono inconsapevolmente correre svolgendo le proprie mansioni professionali o, più semplicemente, vivendo la propria vita in un mondo tecnologicamente evoluto che ci spinge a far sempre più ricorso ad apparecchi computerizzati connessi alle reti informatiche. In tale ambito sono stati sviscerati, in modo semplice e comprensibile, aspetti tecnici assai complessi e sofisticati che chi si occupa di cronaca nera o giudiziaria, ma anche chi vuole approfondire le proprie conoscenze culturali in un ambito di cui si parla, si legge e si scrive sempre di più, deve assolutamente conoscere. Sono stati, inoltre, descritti e commentati alcuni episodi criminali, più o meno noti, e illustrati alcuni metodi di tutela e di contrasto che vengono applicati per proteggere i dati sensibili sia nel pubblico che nel privato.
STE SpA, nata nel 1987 da un’iniziativa di Virgilio Burali D’Arezzo, è un’impresa leader nell’Information Communication Technology specializzata nella fornitura e nel supporto di soluzioni ad hoc in cinque aree di business principali: ambiente, simulazione, servizi aeroportuali, cyber security, applicazioni smart e homeland security.

 

Per ulteriori informazioni:  infostampa@ste.it; www.ste.it

Seguici anche su Twitter: @_STE_SpA